Seleziona rimedio

Scegli il rimedio per...

Reset

Intestino pigro

In medicina il termine intestino pigro indica una condizione del corpo umano che si manifesta con una digestione rallentata. Tale patologia è un sintomo che può comportarne tanti altri problemi come ad esempio movimenti intestinali, costipazione e tensione. Premesso ciò, è altresì importante sottolineare che esistono varie opzioni di trattamento che potrebbero aiutare la corretta digestione e alleviare i suddetti sintomi.

Molte persone usano il termine intestino pigro per indicare un transito lento del cibo con conseguente costipazione e feci molto dure. Queste ultime oltre ad essere difficili da evacuare, possono portare a complicazioni come emorroidi e spasmi intestinali molto dolorosi.

Sintomi e cause dell’intestino pigro

La digestione rallentata è associabile alla patologia che nel gergo medico viene diagnosticata come intestino pigro. Nello specifico raramente si manifestano movimenti intestinali alcune volte a settimana con il passaggio anormale delle feci. Tale condizione se presente, comporta tra l’altro gonfiore e dolore addominale e talvolta nausea. Le cause di questa patologia legata all’apparato intestinale vanno principalmente legate alla digestione rallentata e alla costipazione che si possono lamentare ad esempio a seguito di un eccessivo uso di lassativi. Le persone che utilizzano queste sostanze stimolanti per periodi prolungati possono infatti incorrere in difficoltà ad espellere le feci. Anche dei farmaci inclusi gli oppioidi rallentano la digestione e causano stitichezza. Alcune altre potenziali cause includono: abitudini intestinali malsane, presenza di emorroidi, danno ai muscoli anali, disfunzione del pavimento pelvico e disturbi dello sviluppo e demenza.

I migliori rimedi per l’intestino pigro

I rimedi tradizionali per la costipazione, come mangiare più fibre o bere più acqua, potrebbero non funzionare per chi lamenta la sindrome dell’intestino pigro. Pertanto, è importante che un medico riceva informazioni dettagliate sui sintomi e sull'anamnesi di una persona. Queste informazioni lo aiuteranno a fare una diagnosi precisa, magari eseguendo dei test come ad esempio una colonscopia, ideale quest’ultima per rilevare l'eventuale presenza di anomalie nel tratto intestinale interessato. La maggior parte dei trattamenti che gli esperti di questa branca della medicina possono consigliare a chi è affetto da sindrome di intestino pigro, si basa tuttavia su una dieta appropriata e un nuovo stile di vita. Per quanto riguarda la prima, pasti regolari e un'adeguata assunzione di liquidi sono i pilastri del trattamento e della prevenzione della costipazione. Inoltre una dieta ricca di fibre è importante poiché può aiutare alcuni pazienti con la suddetta patologia, e ciò dovrebbe includere anche una miscela di cibi come frutta, verdura, noci, pane e pasta integrale, cereali e riso anch’essi integrali. L'obiettivo si può tra l’altro raggiungere anche con integratori alimentari ricchi proprio di fibre che sono disponibili in polvere o compresse sia nelle farmacie tradizionali che in nelle farmacie online, e che sono di particolare efficacia oltre che approvate dai principali presidi medici internazionali.

(Si consiglia di chiedere sempre un parere medico prima di assumere qualsiasi terapia FARMACOLOGICA. Quanto riportato in questa pagina non sostituisce il parere del proprio medico).

Intestino pigro