Seleziona rimedio

Scegli il rimedio per...

Reset

Insonnia

L'insonnia è considerata una di quelle patologie che causa disturbi legati al sonno e che colpisce le varie fasce di età. La caratteristica fondamentale che accomuna tutti è una sola: la difficoltà nel prendere sonno. É una patologia che compromette il riposo della persona e può portare anche a delle gravi conseguenze, sia dal punto di vista fisico che psichico.
Solitamente, tra le cause principali dell'insonnia abbiamo lo stress, soprattutto quello che riguardano l'ambiente di lavoro dove molto spesso si vengono a creare dei rapporti conflittuali, la depressione, uso e abuso di sostanze eccitanti, disturbi ambientali e russamento collegato alle cosiddette apnee ostruttive notturne.

Sintomi principali dell'insonnia

Tra i sintomi principali dell'insonnia abbiamo principalmente la difficoltà nel prendere sonno oppure il risveglio costante nel cuore della notte. Infatti, una delle principali caratteristiche con cui può essere classificata l'insonnia è la durata dei sintomi: abbiamo infatti un tipo di insonnia detta transitoria la cui durata è poco più di un mese, l'insonia detta a breve termine, la cui durata varia da 1 a 6 mesi e infine abbiamo l'insonnia cronica, la cui durata è indefinita poiché tende a durare per più di 6 mesi. Dunque a secondo del momento in cui ci si sveglia si definisce il tipo di insonnia. Dal punto di vista diagnostico, è possibile valutare l'insonnia partendo principalmente da quelli che sono i sintomi riferiti dal paziente; nella seconda fase, per capire di che tipo di insonnia si tratta si ricorre a test come la Polisonnografia oppure l'EEG, test molto particolare che vanno a valutare sia la funzionalità cerebrale sia i disturbi legati alla respirazione e alla circolazione sanguigna. Dal punto di vista del trattamento, solitamente l'insonnia si cura con gli integratori alimentari al cui interno troviamo ingredienti del tutto naturali come la valeriana o la melatonina.

I rimedi per l'insonnia: come curarla con l'alimentazione

Dal punto di vista alimentare è possibile curare l'insonnia attraverso un'alimentazione sedativa. Alla base di questo tipo di alimentazione ci sono alcuni alimenti rilassanti fondamentali come: le zucchine, patate bollite,fagiolini, macedonia di frutta. Mentre per quanto riguarda le varie associazioni con i carboidrati, tra i piatti principali ci sono: il riso con la lattuga, il riso con le zucchine, mela caramellata utile soprattutto quando ci si trova in stati di agitazione e infine patate bollite unite al porro.

I rimedi per l'insonnia: come curarla con la Fitoterapia

Oltre che all'alimentazione per curare l'insonnia è possibile ricorrere anche ai rimedi naturale come per esempio le piante officinali. Alcune di queste piante sono molto utili perché tendono a rilassare sia il sistema nervoso ma anche il sistema muscolare e circolatorio favorendo il sonno; ci sono altre tipologie di piante dette ipnoinducenti che tendono a prolungare il sonno e in qualche modo a migliorarlo. Tra le piante officinali principali abbiamo: la Melissa, il Biancospino, la Passiflora e la Valeriana. Grazie all'utilizzo di queste piante rilassanti, il vostri sonno sarà sicuramente migliore, regolare e la vostra mente molto più rilassata.

Ci sono degli accorgimenti da poter mettere in atto?

Se nel caso non dovessero essere utili le piante officinali, l'unica cosa da fare è attuare una serie di accorgimenti. Tra i principali abbiamo:

  • Non fare cene troppo pesanti e difficili da digerire;
  • Non usare il cellulare prima di andare a letto;
  • Non dormire nel pomeriggio;
  • Non bere bevande tipo caffè o tè prima di mettersi a letto;
  • Leggere un libro:
  • Dormire in una stanza buia e non dove è presente la luce;

(Si consiglia di chiedere sempre un parere medico prima di assumere qualsiasi terapia FARMACOLOGICA. Quanto riportato in questa pagina non sostituisce il parere del proprio medico).

Insonnia